PUBBLICITA'

Motori

SU STRADA

Nuova BMW x4 Suv coupé di nuova generazione

ottobre 2018

La Nuova BMW X4 è un suv dalle linee avvenieristiche, caratterizato dal tetto con il profilo abbassato e spiovente verso la coda. Abbiamo provato la nuova vettura della casa automobilistica tedesca, messa gentilmente a disposizione per l’occasione dalla concessionaria BMW Lario Bergauto, nella splendida cornice del comune di Erve in provincia di Lecco, situato ad un’altitudine di 600 metri tra il lago di Como e il monte Resegone.
Il paese è attraversato dal torrente Gallavesa ed è caratterizzato da numerosi ponti che congiungono le case dell’una e dell’altra riva, conferendo all’abitato un aspetto urbanistico molto singolare.
A Erve è possibile ammirare uno scenario molto simile a quello della vicina Svizzera, un luogo bellissimo dal punto di vista naturalistico, come sottolineato anche dal sindaco Giancarlo Valsecchi.
Stiamo parlando delle pozze create dal torrente Gallavesa nel piccolo paese della valle San Martino.
Le “Maldive di Lecco” si raggiungono dalla fine del paese, dopo l’abitato, risalendo il sentiero che porta alla Capanna Monza: le pozze naturali si trovano lungo il “fiume” in diverse zone, le prima già dopo una decina di minuti a piedi.
In una location tanto incantevole non poteva che sentirsi a casa la nuova vettura dell’Elica, caretterizzata da diverse migliorie rispetto alla versione precedente, alcune intuibili già a colpo d’occhio osservando la silhouette più slanciata. La nuova X4 è infatti più aerodinamica, con un Cx ridotto del 10% (ora è di 0,30) attraverso l’adozione di deflettori robotizzati, prese d’aria Airt Curtains che si chiudono e si aprono secondo necessità, e di un fondo piatto.
Le misure sono importanti: 8 centimetri più lunga della X4 precedente - ma dimagrita di 50 kg - la nuova BMW X4 2019 è lunga 4,75 metri, larga 1,92 m e alta 1,62 m.
Le versioni top di gamma M40d e M40i sono più corte di un paio di centimetri. La capacità del bagagliaio va da 525 a 1.430 litri. Raffinati anche gli interni, con rivestimenti in pelle e tessuto di serie. Ampia la scelta in fatto di motorizzazioni, che per il momento comprendono quattro unità diesel e tre a benzina. Quanto alle versioni a gasolio - su cui la casa di Monaco continua a puntare forte - si parte dal due litri della BMW X4 Xdrive 2.0d da 190 CV, per salire ai 231 CV della BMW X4 Xdrive 2.5d: entrambe a 4 cilindri.
A sei cilindri sono invece la BMW X4 30d da 265 CV e la X4 M40d da 326 CV. Meno articolata la scelta tra i modelli a benzina, limitata ai 184 CV della BMW X4 xDrive 2.0i e ai 252 CV della xDrive 30i. Chiude la gamma il modello più potente: la BMW X4 xDrive M40i da 360 CV. Tutte le nuove X4 sono proposte con la sola trazione integrale xDrive e il cambio automatico/sequenziale a 8 marce Steptronic, che nei modelli BMW X4 xDrive30i, Bmw X4 xDrive30d and BMW X4 xDrive25d è offerto in versione Sport: con passaggi di marcia più veloci e la funzione Launch Control.
Come di consueto le BMW X4 possono essere personalizzate nella dinamica di guida con le modalità Sport, Comfort ed Eco Pro, selezionabili da un comando vicino alla leva del cambio.
I modelli più prestazionali BMW X4 M40i, BMW X4 M40d, Bmw X4 xDrive30i e BMW X4 xDrive30d hanno poi il driving mode Sport+, per una guida ancora più affilata. Altre dotazioni standard sono le sospensioni M Sport e lo sterzo a passo variabile, mentre buona parte dei sistemi di aiuto alla guida sono offerti a richiesta.
Mantenimento automatico della corsia e cruise control con frenata automatica di emergenza, capace di arrestare da solo il veicolo e ripartire, sono opzionali: così come molte altre funzioni avanzate.
Il cruise control fornito di serie si limita ad avvisare di un possibile rischio collisione, riconoscendo ostacoli e pedoni e rallentando da solo per ridurre i danni da impatto in città. Una scheda telefonica Sim preinstallata permette inoltre la chiamata automatica di emergenza e l’accesso al mondo dei servizi BMW Connected.
Si va dall’assistenza a distanza alla possibilità di collegarsi da remoto alla propria auto tramite smartphone o smartwatch (Apple o Android) e personal assistant domestici come Amazon Alexa e Google Home.
In questo modo è possibile, per esempio, sincronizzare l’auto con l’agenda e lo scambio di informazioni utili a pianificare i viaggi: dai percorsi per il navigatore all’autonomia del veicolo. Alessandro Belotti


Copyright © 2018, Bergamo Economia
PUBBLICITA'
PROVA SU STRADA
Nuova Jaguar XE
PUBBLICITA'