PUBBLICITA'

Motori

SU STRADA

Nuova BMW X2

maggio 2018

La Nuova BMW X2 non segue percorsi già tracciati. Il suo è uno spirito innovatore, che si concretizza in una forma dal carattere estroverso e dai profili dinamici, dalla cui unione emerge uno stile coupé estremamente sportivo. Abbiamo provato la nuova vettura della casa automobilistica di Monaco di Baviera, messa gentilmente a disposizione per l’occasione dalla concessionaria Lario Bergauto, nella cornice della Cava San Salvatore, dove dal 1960 viene estratta la ghiaia: un’importante realtà che si trova sul fiume Brembo, nel comune bergamasco di Almenno San Salvatore. Tornando alla vettura protagonista del nostro test-drive, la novità del marchio tedesco rappresenta la scelta ideale per chi cerca un mezzo dall’immagine sportiva senza però rinunciare a comfort e motorizzazioni efficienti. Le proporzioni straordinarie e il design unico e all’avanguardia sono alla base di un look eccezionale: la X2 unisce infatti ai volumi robusti di un suv le agili linee di un coupé: questa X2 è infatti mezza suv e mezzo coupé, compatta (4,36 m di unghezza) bassa e slanciata, con proporzioni che ne accentuano il dinamismo e un posteriore particolarmente azzeccato dove spiccano i terminali di scarico. Singoli o doppi, a seconda del grado di “cattiveria” della versione. Questo mix riuscito fornisce così la sintesi di una doppia anima sportiva, e cioè «Sac», Sport Activity Coupé, termine coniato proprio da Bmw per le serie X. Per la prima volta, infatti, una Bmw capovolge la calandra a doppio rene: il design trapezoidale si ripropone con un orientamento opposto rispetto a tutti gli altri modelli in gamma. Da notare il logo BMW sul fianco lungo il montante posteriore, un motivo ripreso dalle BMW sportive anni 60 e 70. Altri dettagli, invece, riprendono i tratti somatici della gamma X, come i passaruota dal look squadrato, le minigonne sporgenti e le fiancate pulite. L’abitacolo della Bmw X2, come quello della X1, è abbastanza ampio e anche per la testa lo spazio non manca, nonostante il tetto sia un po’ più basso rispetto a quello della X1, mentre il vano di carico parte da 470 litri e arriva a 1355. Sempre all’interno dell’abitacolo, in un ambiente curato nei dettagli e accogliente, tutto lo stato dell’arte della tecnologia BMW in tema di intrattenimento, connettività e sistemi di assistenza alla guida. Modernità significa che la vettura implementa vari sistemi di guida intelligente come gli alert di preavviso del rischio incidente, di cambio involontario di corsia e la frenata d’emergenza City che rileva i veicoli e i pedoni.
Senza ombra di dubbio l’abitacolo è all’avanguardia: la plancia ha un design futuristico in cui spicca al centro il display da 8,8 pollici, con l’Head-Up Display di serie e i servizi BMW Connected che si basano sulla tecnologia del Cloud. Alla guida la vettura risulta piacevole sia in ambito urbano che extraurbano: su strada la nostra BMW X2 si rivela eclettica, adatta a ogni circostanza, con una bella guidabilità sportiva e piacere di guida che sprizza in ogni istante. La X2 è dunque facile da gestire ovunque e precisa nelle traiettorie e nella tenuta, merito anche di sospensioni un poco più dure.
L’handling è ottimo e il comfort da categoria superiore danno un senso di appagamento come mai l’abbiamo provato su un’auto di segmento C, seppur premium.
Quanto ai motori, si parte dal 1.5 turbo benzina sDrive18i da 140 Cv per poi spostarsi sul 2.0 turbodiesel nelle varianti di potenza da 150, 190 (al centro dell’offerta, con trazione integrale) e 231 cavalli (trazione integrale anch’essa). Alessandro Belotti


Copyright © 2018, Bergamo Economia
PUBBLICITA'
PROVA SU STRADA
Nuova Jaguar XE
PUBBLICITA'